Regolamento

 Associazione A.R.R.S.M.

REGOLAMENTO INTERNO

PREMESSE

L’ A.R.R.S.M. è l’Associazione Radioamatori della Repubblica di San Marino ed è l’unica Associazione radiantistica riconosciuta dal Congresso di Stato e dagli Organi Internazionali ( IARU ) membro dei Volontari della Protezione Civile della Rep. Di San Marino.

L’Associazione A.R.R.S.M e anche l’unico organo preposto a dialogare con le istituzioni nazionali ed internazionali in campo radiantistico, anche in ambito della Protezione Civile.

Il presente regolamento è volto a stabilire le modalità tecniche, comportamentali e temporali di utilizzo del Radio club A.R.R.S.M., nello specifico le strutture, gli impianti, i beni mobili e le apparecchiature oltre a precisare criteri applicativi degli articoli statutari.

All’interno dei locali della sede è necessario tenere un comportamento decoroso nel pieno rispetto dell’altrui dignità, e contribuire al mantenimento dell’ordine e della pulizia che si ha avuto il piacere di trovare;

Il risarcimento di ogni danno, intenzionale o fortuito, li dove non coperto da eventuale assicurazione, sarà posto a carico di chi lo ha causato.

ART. 1 – Il Patrimonio

Il patrimonio dell’Associazione dei Radioamatori della Rep. Di San Marino (A.R.R.S.M.) è costituito:

  1. Da apparecchiature e strumenti radioelettrici e materiali vari inerenti l’attività radiantistica.
  2. Da beni mobili per arredi del Radio Club.
  3. Dalle pubblicazioni che formano la biblioteca/emeroteca.
  4. Da donazioni, lasciti e versamenti effettuati in beni materiali, immateriali, o denaro, da persone fisiche, che siano o meno Soci, o da persone Giuridiche. Tutte le entrate saranno iscritte in base alle norme vigenti.
  5. Per quanto inerente al libro inventario, quanto ivi indicato, dovrà essere sempre inventariato.

ART. 2 – Diritti dei Soci.

I diritti dei Soci, Ordinari e non, sono i seguenti:

  1. Utilizzare i beni mobili e immobili e apparecchiature dell’A.R.R.S.M.
  2. Accedere ai locali gestiti dall’Associazione.
  3. Usufruire del servizio QSL.
  4. Servirsi della Biblioteca del Radio Club
  5. Proporre reclamo, attraverso il Direttivo, contro la permanenza nell’Associazione di una o più persone che venissero ritenute prive dei requisiti necessari o compia atti incompatibili con i fini perseguiti dall’ A.R.R.S.M.
  6. Ricevere per mail copia dei verbali di Assemblea nei giorni successivi all’incontro. 

ART. 3 – Doveri dei soci.

I doveri dei soci sono di etica morale e di rispetto della vita associativa. Ecco alcuni punti da osservare:

  1. Il socio può utilizzare tutti i beni comuni, nel rispetto della collettività, in modo da non creare danni o monopolio.
  2. Un socio non può essere iscritto ad altre associazioni presenti nel territorio con lo stesso scopo sociale dell’A.R.R.S.M. Nel caso che ciò accada esso decade immediatamente dalla qualifica di socio. La decadenza sarà comunicata dal CD all’Assemblea per la sua ratifica.
  3. Un socio è tenuto ad osservare tutti i punti presenti nell’ART. 5 dello Statuto.
  4. Il socio non può appropriarsi, nemmeno temporaneamente, di qualsiasi bene dell’A.R.R.S.M. prelevandolo e portandolo via dalla sede del Radio Club. Solo in casi specifici (esempio per attività di Protezione Civile) e con il permesso del CD i beni possono essere asportati dalla sede e per il solo tempo necessario al caso.
  5. Il socio è tenuto a compilare e firmare il registro delle presenze ogni volta che si reca al Radio Club.
  6. E’ severamente vietato fumare all’interno del Radio Club.

ART. 4 – L’ accesso al Radio club.

L’accesso al Radio Club sarà così regolamentato:

  1. Ogni Socio Ordinario (ART. 7 dello Statuto) potrà richiedere al Consiglio Direttivo copia delle chiavi d’accesso facendone regolare richiesta.

Sono severamente vietati duplicati non autorizzati.

  1. Ad ogni Socio Ordinario verrà assegnato un codice personale di esclusione e inserimento antifurto per l’accesso, che costituirà traccia e responsabilità nell’utilizzo del Radio Club, al di fuori degli orari e dei giorni previsti per le attività comuni e sociali. Le chiavi e codice di accesso sono strettamente personali e non devono essere ceduti a nessuno. In caso di smarrimento o indebita sottrazione, il Socio Ordinario è tenuto a darne tempestiva comunicazione al Consiglio Direttivo, che deve verbalizzarne l’accaduto, e ricoprire le eventuali spese di rifacimento. 
  2. Tutti gli altri Soci ( ART. 8 – Art. 9 – Art. 10 dello Statuto ) possono accedere al Radio Club sempre attenendosi alle regole come descritto sopra ma in presenza di almeno un Socio Ordinario e dopo averne fatto regolare richiesta al Consiglio Direttivo, che valutandola darà l’eventuale autorizzazione. Il Socio non Ordinario non potrà avere a disposizione chiavi e codice di accesso tranne eccezioni come chi ricopre un ruolo affidato dall’Associazione (vedi QSL Manager, Lison Office, etc.) i quali posso accedere con le medesime regole del Socio Ordinario.

ART. 5 – L’ utilizzo del Radio club. 

L’utilizzo del Radio Club e dei beni di proprietà dell’A.R.R.S.M. sono regolamentati come di seguito:

  1. Per l’utilizzo delle apparecchiature e per la trasmissione dal Radio Club, il Socio Ordinario dovrà fare richiesta preventiva al Consiglio Direttivo nella persona del Presidente, o di chi ne fa le veci, almeno 24 ore prima dell’inizio delle operazioni, questo per consentire l’utilizzo certo delle attrezzature ed in modo da non creare sovrapposizioni con altri membri. Il Socio Ordinario deve rigorosamente operare con gli indicativi Associativi quali (T70A – T77GO o altri richiesti e autorizzati dalla Direzione P.T. di San Marino). Il nominativo T70A è riservato per l’uso di attività contest da parte dei Soci Ordinari mentre il nominativo T77GO sarà utilizzato esclusivamente da operatori ospiti che nelle QSL di risposta inseriranno come “operatore” il proprio nominativo ordinario. Per l’attività ordinaria dei soci sarà usato il nominativo T77RSM e nelle QSL di risposta sarà inserito il proprio nominativo personale come “operatore”. Tutti i Soci Ordinari hanno a disposizione 1 ora al giorno, anche cumulabile, per l’utilizzo delle Apparecchiature situate nel Radio Club, ma in ogni caso un singolo socio non potrà operare per oltre 2 ore al giorno. Partendo dal presupposto che il Radio Club è una struttura ad uso collettivo, per garantirne a tutti i soci la fruibilità e perchè non ne siano snaturati scopo e utilizzo, il Direttivo regolamenterà l’operatività in modo che non si creino situazioni di esclusività personale. Saranno benvenuti i gruppi di Soci che opereranno in maniera comune, ad esempio durante i contest o operazioni speciali.
  1. Tutti gli altri Soci possono utilizzare il Radio Club sempre attenendosi alle regole come descritto sopra, ma solo in presenza di almeno un Socio Ordinario e dopo avere fatto regolare richiesta al Direttivo, che valutandola darà l’eventuale autorizzazione.
  2. Il Socio non Ordinario al quale l’Associazione ha conferito un incarico come (QSL Manager, Lison Office, etc.) potrà utilizzare le apparecchiature per le trasmissioni seguendo le regole stabilite per il Socio Ordinario.
  3. Per l’utilizzo delle apparecchiature e per la trasmissione, da parte di operatori stranieri, potrà essere effettuata rigorosamente con indicativi Associativi quali (T77GO o altri richiesti per l’occasione e autorizzati dal Settore Telecomunicazioni di San Marino), naturalmente dopo aver fatto regolare richiesta al Direttivo che ne esaminerà la fattibilità insieme all’Assemblea dei Soci (ART. 12 dello Statuto). L’attività potrà essere svolta alla presenza di almeno un Socio Ordinario che vigilerà sul rispetto degli ambienti e delle attrezzature presenti nell’Associazione.

I tempi e i modi di operatività saranno regolamentati di volta in volta in baseall’attività svolta ad esempio (Contest o Attivazioni specifiche).

Eventi “straordinari”come attività di Protezione Civile, contest, supporto ad eventi sportivi e non, visite ed attività di delegazioni estere vengono considerate prioritarie rispetto all’attività ordinaria nel club, anche se già pianificata.

Il direttivo cercherà tuttavia, nel limite del possibile, di comunicare e concordare per tempo tali eventi, preferibilmente in sede assembleare, cercando tuttavia di ottimizzare l’uso del Club.

In mancanza dei tempi necessari sarà il direttivo, nelle sua collegialità od in ultima istanza nella persona del Presidente, a prendere decisioni in merito sempre comunque nell’ottica del miglior utilizzo del club e della miglior immagine internazionale dell’ARRSM.

Il Club andrà gestito con criteri ispirati alla massima trasparenza e pluralità.

  1. Durante i Contest o Attivazioni Specifiche che non sono state organizzate in prima persona dall’Associazione A.R.R.S.M., ma proposte e richieste da operatori stranieri ospitati per l’evento, le attività saranno svolte esclusivamente con le attrezzature di proprietà dei richiedenti, salvo concessione da parte dell’A.R.R.S.M. di proprie attrezzature dopo un consulto in Assemblea.
  1. Per ragioni di sicurezza e di opportunità ed essendo tra l’altro la sede di proprietà dello Stato, non sono ammesse nello spazio installazioni di lunga durata (superiori ai 30 gg) di apparecchiature, impianti ed antenne personali di soci e non. Eccezioni possono essere ammesse dal direttivo anche in assenza dimandato dell’assemblea limitatamente per scopi di Protezione Civile e/o di pubblica sicurezza.
  1. La concessione di ospitalità da parte dell’A.R.R.S.M. a operatori stranieri come da punto 3 (ART. 5 del presente regolamento), non prevede il pernottamento presso la sede Associativa in quanto gli scopi per i quali lo Stato di San Marino ha messo a disposizione tale struttura non contemplano tale utilizzo.
  2. Gli operatori ospiti dovranno pernottare presso le strutture idonee e autorizzate per legge. Eventuali eccezioni saranno di volta in volta valutati dal CD dopo un parere in Assemblea.
  3. Gli operatori che vorranno utilizzare il Radio Club come descritto nel punto 2 (ART. 5 del presente regolamento) saranno tenuti a versare un rimborso spese per l’utilizzo dei beni associativi e per il tempo messo a disposizione nel coordinare l’evento da parte dell’ A.R.R.S.M.
  1. Tale rimborso sarà quantificato di volta in volta in base alle richieste pervenute al direttivo e discusse in Assemblea.
  2. Alla fine di ogni attività radio da parte dell’operatore e/o operatori il Log. dovrà essere inviato via mail entro 24 ore dalla fine delle trasmissioni al QSL Manager in modo che possa, come da suo incarico, gestire in maniera appropriata l’eventuale arrivo di corrispondenza. La gestione delle QSL sarà sempre coordinata e sviluppata dall’ A.R.R.S.M.
  3. È severamente vietato utilizzare gli spazi comuni, i beni mobili e immobili per scopi personali.

ART. 6 – Responsabilità per danni alle apparecchiature e alla struttura.

Le responsabilità per danni saranno così regolamentate:

  1. La sede del Radio Club già coperta da polizza assicurativa dello Stato di San Marino che assicura la struttura messa a disposizione in comodato d’uso gratuito all’A.R.R.S.M., avrà una polizza aggiuntiva “infortuni” per coprire eventuali responsabilità civili verso terze persone che non siano i Soci Ordinari, questo per tutela durante l’utilizzo e l’accesso al Radio Club.
  2. Chiunque dei soci che utilizzano il Radio Club regolamentato dagli (Art.4 e Art 5 del presente regolamento) sarà ritenuto responsabile per danni non accidentali ai beni mobili e immobili nonché alle attrezzature radio di proprietà dell’ A.R.R.S.M., stabilito il danno non accidentale dovuto all’utilizzo improprio del bene sarà tenuto a coprire le eventuali spese di riparazione o sostituzione.
  3. Saranno ritenuti responsabili durante i Contest o Attivazioni Specifiche anche gli operatori stranieri ospitati per l’evento, tale responsabilità sarà regolamentata come dal punto 1 (ART. 6 del presente regolamento).

ART. 7 – Inosservanza del presente regolamento.

L’ inosservanza del presente regolamento sarà così regolamentata:

L’inosservanza del presente regolamento in base all’entità, dopo aver sentito gli interessati, ed aver accertato la fondatezza dei fatti loro contestati, produrrà un procedimento disciplinare di allontanamento e nelle situazioni più gravi darà corso ad eventuale richiesta danni.

Per i Soci si procederà con la radiazione per comportamento scorretto. Il recesso e l’esclusione del Socio, avvengono ai sensi dell’ ( ART. 6 dello Statuto).

Il presente Regolamento Interno dell’ Associazione Radio Amatori Sammarinesi ( A.R.R.S.M.), redatto in ottemperanza alle disposizioni di legge per l’ uniformità dello stesso, consta di n° 7 articoli approvati dall’Assemblea Straordinaria del 19/12/2013.

Visited 13 times, 1 visit(s) today